FITOPREPARATI

Speciali

Prodotti visti

Grindelia composta 100 ml

1466

Salus in Erbis

Per la fluidità delle secrezioni bronchiali
Grindelia composta è un estratto di erbe indicato per favorire la funzionalità delle vie respiratorie...

Maggiori dettagli

13,00 €

Dettagli

Grindelia composta è un estratto di erbe indicato per favorire la funzionalità delle vie respiratorie soprattutto quando sono interessate da fenomeni irritativi e arrossamenti.
Il prodotto esplica inoltre un effetto protettivo, lenitivo e miorilassante sulla muscolatura bronchiale.

Modalità d'uso: 100 gocce diluite in mezzo bicchiere d'acqua per 3 volte al giorno, preferibilmente lontano dai pasti. 100 gocce= 4 contagocce (Premendo e rilasciando il tappo di gomma rosso, il contagocce trattiene circa 25 gocce)

LE PIANTE UTILI PER L'APPARATO BRONCHIALE
PROPRIETA' DELLE SINGOLE PIANTE PRESENTI NEL COMPOSTO
Erboristeria Salus in Erbis Grindelia (Grindelia robusta Nutt.) Pianta nord americana, si trova abbondante nelle zone impaludate del sud degli USA. È una composita con fiori asteracei gialli e il fogliame leggermente carnoso. Il fiore chiuso è irto di aculei immersi in un essudato resinoso dal profumo balsamico che poi rimane sul fiore come una patina sfavillante. L'estratto idroalcolicoo è ricco di oleoresine responsabili dell'azione balsamica e mucolitica. L'associazione con altre piante ad effetto sinergico, permette di ottenere un prodotto utile per assicurare integrità e funzionalità dell'apparato respiratorio.
   
Erboristeria Salus in Erbis Drosera (Drosera ramentacea Burch.) Piccola pianta perenne che forma tappeti in prossimità delle rogge e delle risorgive d'acqua pulita. È una delle pochissime piante carnivore della flora europea. Le foglie infatti sembrano dei piccoli mestoli ricoperti di setole vischiose che vengono utilizzate dalla pianta per catturare gli insetti. L'uso della pianta per le spiccate proprietà spasmolitiche "polmonari" è riportato nei testi medici del sedicesimo secolo. L'azione rilassante e antispasmodica, dimostrata sulla muscolatura liscia, sembra dovuta ad alcune sostanze come il droserone e il plumbagone.
   
Erboristeria Salus in Erbis Papavero (Papaver rhoeas L.) Tutti conoscono questa pianta che insieme al fiordaliso macchiava di rosso e blu i campi di frumento, almeno fino all'avvento dei diserbanti. Ora dai bordi delle strade e sui terreni incolti, segna l'arrivo dell'estate. I suoi petali leggeri e setosi da tempo immemorabile sono utilizzati per impiastri e tisane dall'azione antiflogistica e espettorante. Il papavero è conosciuto anche come blando nervino e antispasmodico.
   
Erboristeria Salus in Erbis Issopo (Hyssopus officinalis L.) Pianta perenne del mediterraneo, aromatica, con foglioline allungate, fiori in spighe terminali azzurri o violacei. L'issopo è una delle piante bibliche più note poiché, insieme all'incenso e alla mirra era una pianta rituale di grande importanza. Veniva bruciato nelle case e nei templi o usato come aspersorio. Il suo olio essenziale è infatti ricco di sostanze ad effetto antisettico e balsamico. Per questo si utilizza come pianta benefica delle vie respiratorie in quanto capace di una protezione contro gli attacchi degli agenti esterni.
   
Erboristeria Salus in Erbis Peonia (Paeonia officinalis L.) I grandi fiori rosa o rossi sono sempre meno comuni nei prati di montagna, ma diventano familiari nei nostri giardini dove si sono diffuse le forme coltivate. La radice fittonante raccolta nell'autunno è la droga, conosciuta sin dal 1500 come antispasmodico e sedativo di forme di tosse persistente. In questa formulazione coadiuva il benessere della funzione respiratoria.
   
Erboristeria Salus in Erbis Ginkgo (Ginkgo biloba L.) La sua particolarità è quella di essere un fossile vivente, sopravvissuto fino ai nostri giorni, come dicono i cinesi, proprio per portare a noi i suoi innumerevoli benefici. Le foglie carnose dalla bella sagoma a ventaglio, sono ricche di terpenoidi che aiutano a mantenere il tono vascolare e l'ossigenazione periferica, per questo effetto vasodilatatore, risulta efficace anche nelle ostruzioni a carico dell'apparato bronchiale. Anche se il suo uso più noto è per favorire la circolazione cerebrale, non dobbiamo dimenticare che il Ginkgo è anche capace di una efficace azione broncodilatatrice.
   
Erboristeria Salus in Erbis Liquirizia (Glycyrrhiza glabra L.) Leguminosa erbacea subspontanea nel centro e sud Italia. Si utilizza la radice da cui si ricava il noto "succo di liquirizia" impiegato nell'industria dolciaria. Il sapore zuccherino è dovuto alla presenza di acido glicirrizico, responsabile anche delle proprietà attribuite alla radice, assieme alle sostanze flavonoidiche. Il Mattioli dice che è "buono nelle infiammazioni dello stomaco, al petto e al fegato". La liquirizia in questa preparazione viene utilizzata sia come correttore del sapore che per le sue proprietà antinfiammatorie ed emollienti a livello delle vie respiratorie.
   
Erboristeria Salus in Erbis Rosmarino (Rosmarinus officinalis L.) Un'altra immancabile pianta dell'Hortus simplicium è nota ai molti per come si sposa bene con le carni arrosto. Ma questa erba aromatica spontanea nelle macchie litorali del mediterraneo è ricca di principi attivi benefici. L'olio essenziale responsabile dell'aroma è ricco di fenoli antibatterici e canfora balsamica. Ma è anche dotato di una spiccata azione antiossidante legata alla presenza di sostanze polifenoliche. In questa preparazione viene esaltato il suo effetto antisettico e protettivo delle vie respiratorie contro agenti esterni.

Ingredienti e tenore delle sostanze caratterizzanti per dose max giornaliera corrispondente a 300 gocce (10 ml di prodotto): Acqua, Alcool etilico, Grindelia (Grindelia robusta Nutt.) sommità fiorite 208 mg (25%), Drosera (Drosera rotundifolia L.) sommità 167 mg, Rosolaccio (Papaver rhoeas L.) petali 83 mg, Issopo (Hyssopus officinalis L.) sommità 83 mg, Peonia (Paeonia officinalis L.) petali 83 mg, Ginkgo biloba (Ginkgo biloba L.) foglie 83 mg, Liquirizia (Glycyrrhiza glabra L.) radice 83 mg, Rosmarino (Rosmarinus officinalis L.) foglie 42 mg.