FITOPREPARATI

Speciali

Prodotti visti

Nuovi prodotti

Rosolaccio composto 100 ml

1464

Salus in Erbis

Per l'apparato respiratorio
Rosolaccio composto, è un valido coadiuvante nei periodi legati ai bruschi cambiamenti di temperatura...

Maggiori dettagli

12,40 €

Dettagli

Prodotto ottenuto per macerazione contemporanea di piante ricche di sostanze attive che svolgono un effetto benefico sulle vie respiratorie. Rosolaccio composto, è un valido coadiuvante nei periodi legati ai bruschi cambiamenti di temperatura in cui l'organismo è soggetto ad alterazioni del suo stato fisiologico in cui si possono evidenziare disturbi a carico delle vie aeree quali tosse e raffreddamento.

Modalità d'uso: 100 gocce diluite in poca acqua ( 1 cucchiaio di acqua circa) per 3 volte al giorno, preferibilmente lontano dai pasti. 100 gocce= 4 contagocce (Premendo e rilasciando il tappo di gomma rosso, il contagocce trattiene circa 25 gocce).

LE PIANTE UTILI PER L'APPARATO RESPIRATORIO
PROPRIETA' DELLE SINGOLE PIANTE PRESENTI NEL COMPOSTO
Erboristeria Salus in Erbis Papavero (Papaver rhoeas L.) Tutti conoscono questa pianta che insieme al fiordaliso macchiava di rosso e blu i campi di frumento. I suoi petali leggeri e setosi da tempo immemorabile sono utilizzati per impiastri e tisane dall'azione emolliente e lenitiva per le vie aeree. Il papavero è conosciuto anche come blando nervino e rilassante. In combinazione con specifici estratti vegetali, si sfruttano le sue proprietà benefiche a livello dell'apparato respiratorio, infatti assieme alla mucillagine dell'altea, la resina della grindelia, gli attivi della polmonaria e verbasco e l'olio essenziale dell'eucalipto si ottiene una sinergia di effetti balsamici, emollienti e lenitivi utili per proteggere le vie aeree soprattutto nei periodi più freddi.
   
Erboristeria Salus in Erbis Drosera (Drosera rotundifolia L.) Piccola pianta perenne che forma tappeti in prossimità delle rogge e delle risorgive d'acqua pulita. È una delle pochissime piante carnivore della flora europea. Le foglie sembrano dei piccoli mestoli ricoperti di setole vischiose utilizzate dalla pianta per catturare gli insetti. L'uso come principe fra le piante spasmolitiche "polmonari" è riportato persino nei testi medici del sedicesimo secolo. L'azione rilassante e antispasmodica, dimostrata sulla muscolatura liscia, sembra dovuta ad alcune sostanze come il droserone e il plumbagone.
   
Erboristeria Salus in Erbis Altea (Althaea officinalis L.) Malvacea tipica delle piane paludose, con foglie verdi glauche, pentalobate, tomentose. Asse fiorale alto fino a 150 cm, reca fiori bianchi o rosei in giugno. Le sue radici possenti color avorio, quando tagliate grondano di mucillagine (fino al 35% in peso) che è la sostanza attiva di questa pianta responsabile dell'azione lenitiva sulle mucose. In questo prodotto si sfruttano le sue proprietà emollienti e antiarrossamento a livello delle vie aeree respiratorie.
   
Erboristeria Salus in Erbis Polmonaria (Polmonaria officinalis L.) Erba perenne del sottobosco dalle grandi foglie lanceolate e dai fiori azzurro-viola cangianti. Il colore verde zonato di grigio delle foglie ricorda gli alveoli dei polmoni e da qui il suo nome e la sua fama medioevale di pianta respiratoria. Infatti secondo l'antica dottrina della "signatura", l'aspetto della pianta ci dice a cosa serve. In effetti gli studi hanno dimostrato la presenza di mucillagini fino al 15% in peso della droga secca responsabile dei suoi effetti lenitivi sulle mucose respiratorie arrossate.
   
Erboristeria Salus in Erbis Enula (Inula helenium L.) Imponente composita dai grandi fiori giallo oro contornati da petali filiformi. Le foglie sono ampie e vellutate, la radice un robustissimo fittone che si approfonda nei terreni umidi vicino ai corsi d'acqua. La radice così come la parte aerea presentano un aroma intenso e caratteristico. Dioscoride, nei suoi "Discorsi" la indicava come pianta calmante della tosse. Infatti, grazie alla presenza di elenina, esplica un effetto fluidificante ed espettorante. La combinazione in perfetta sinergia con gli altri costituenti rende il preparato particolarmente efficace e adatto a tutte le età.
   
Erboristeria Salus in Erbis Grindelia (Grindelia robusta Nutt.) Pianta nord americana, si trova abbondante nelle zone paludose del sud degli USA. È una composita con fiori asteracei gialli e il fogliame leggermente carnoso. Il fiore chiuso è irto di aculei immersi in un essudato resinoso dal profumo balsamico che poi rimane sul fiore come una patina sfavillante. È proprio questa resina responsabile dell'azione balsamica e mucolitica. L'estratto di grindelia si trova in molte formulazioni sciroppose come calmante della tosse.
   
Erboristeria Salus in Erbis Verbasco (Verbascum thapsus L.) Pianta erbacea biennale dal fogliame ampio, coperta da lanugine fittissima e sottile, persino nei fiori. Le lunghe spighe fiorite di colore giallo canarino sono visibili in estate. Il fiore si raccoglie per l'elevato contenuto di mucillagini che esplicano un'azione positiva nei confronti delle mucose e degli epiteli irritati. È una pianta tradizionalmente legata al trattamento delle forme di tosse persistente.
   
Erboristeria Salus in Erbis Peonia (Paeonia officinalis L.) I grandi fiori rosa o rossi sono sempre meno comuni nei prati di montagna, più facile vederli invece nei nostri giardini dove si sono diffuse le forme coltivate. La radice fittonante raccolta nell'autunno è la droga, conosciuta sin dal 1500 come antispasmodico e sedativo nelle forme di tosse persistente. In questa formulazione coadiuva il benessere della funzione respiratoria.

Ingredienti e tenore delle sostanze caratterizzanti per dose max giornaliera corrispondente a 300 gocce (10 ml di prodotto): Acqua, Miele di eucalipto, Alcool etilico, Rosolaccio (Papaver rhoeas L.) petali 160 mg (20%), Drosera (Drosera ramentacea Burch.) pianta 144 mg, Altea (Althaea officinalis L.) radice 120 mg, Polmonaria (Pulmonaria officinalis L.) foglie 112 mg, Enula (Inula helenium L.) radice 104 mg, Grindelia (Grindelia robusta Nutt.) fiori 88 mg, Verbasco (Verbascum thapsus L.) fiori 40 mg, Peonia (Paeonia officinalis L.) petali 32 mg.