FITOPREPARATI

Speciali

Prodotti visti

Nuovi prodotti

Centella composta 100 compresse

1459

Per la circolazione
Centella composta favorisce la fisiologica attività circolatoria a livello delle vene e capillari...

Maggiori dettagli

11,50 €

Dettagli

Centella composta - 100 compresse da 360 mg

Centella composta è un integratore  in cui l'armonica sinergia delle erbe  selezionate, favorisce un'ottimale circolazione a livello di vene e capillari.
La centella con la sua frazione triterpenica esplica un fisiologico effetto flebotonico coadiuvato dalle saponine del rusco e dai tannini dell'amamelide. Le foglie di vite rossa ricche di procianidine ad effetto antiossidante, esplicano inoltre un effetto protettivo sulle pareti dei vasi sanguigni, mentre l'equiseto ricco di silice e sali minerali concorre all'elasticità della muscolatura vasale. L'aggiunta di achillea, marrubio, ribes nero e cipresso, migliora il trofismo del sistema venoso in particolare  l'integrità delle vene emorroidali.

Modalità d'uso: 2-3 compresse per due volte al giorno preferibilmente lontano dai pasti

LE PIANTE UTILI PER LA FUNZIONALITA' CIRCOLATORIA
PROPRIETA' DELLE SINGOLE PIANTE PRESENTI NEL COMPOSTO
Erboristeria Salus in Erbis Centella asiatica (Hydrocotyle asiatica L.) Pianta perenne, rizomatosa che forma tappeti densi in prossimità degli acquitrini o lungo i corsi d'acqua delle zone tropicali di Asia e Africa. Le foglie rotonde o la pianta intera essiccata costituiscono la droga. In India vanta secoli di uso come pianta adattogena e "migliorativa dell'intelligenza". Le saponine in particolare l'asiaticoside, sono dotate di spiccata azione benefica sull'endotelio venoso. Le altre piante associate alla centella, ne potenziano le proprietà a livello della circolazione venosa, in particolare favoriscono l'integrità, l'elasticità della parete vasale e una minore permeabilità, con riduzione di edemi e gonfiori.
   
Erboristeria Salus in Erbis Amamelide (Hamamelis virginiana L.) Il "nocciolo delle streghe" come lo chiamano i nativi, è un arboscello dai rami flessuosi dei boschi del Nord America. In pieno inverno fa piccoli fiori gialli che spiccano sui fusti grigi e spogli. Le foglie, che costituiscono la droga, sono simili a quelle del nocciolo. Contengono tannini (fino al 10 % in peso) ai quali si deve l'azione astringente ed emostatica. L'uso tradizionale la vuole come pianta utile per la pesantezza delle gambe e per alleviare i disturbi dovuti alle vene varicose.
   
Erboristeria Salus in Erbis Vite rossa (Vitis vinifera L.) Di questa pianta tutti conosciamo "l'estratto acquoso fermentato", meglio noto come vino che dai tempi di Noè è delizia e tormento dell'umanità. Ma i benefici che provengono dalle sostanze di natura polifenolica contenute in abbondanza nel vino rosso (benefici ovviamente ove consumato con parsimonia) sono ottenibili anche dalle foglie della vite, rosse anch'esse come l'uva. In particolare ne è nota l'azione vasoprotettiva e antiossidante delle sostanze antocianiche e dei polifenoli.
   
Erboristeria Salus in Erbis Equiseto (Equisetum arvense L.) La coda cavallina è una pteridofita, ovvero una pianta primordiale, che vive nei terreni asfittici e lungo le rive delle acque interne. Forma estesi intrecci di rizomi sotterranei da cui emergono in primavera prima i fusti sporiferi (simili a pigne) e successivamente i fusti sterili. Questi, da cui si trae la droga, sono talmente ricchi di silice che consumano le lame delle falci. La silice è alla base della spiccata azione diuretica di questa pianta. Nella tradizione popolare è anche un emostatico di emergenza.
   
Erboristeria Salus in Erbis Ribes nero (Ribes nigrum L.) Piccolo arbusto di origine continentale, se ne utilizzano le gemme, le foglie, i frutti e l'olio dei semi. Tutte le parti sono ricche di flavonoidi (in particolare kaempferolo) che esplicano un azione antinfiammatoria e anti-allergica sui tessuti interessati dal fenomeno. Dai frutti si ricava un succo molto utilizzato come correttivo del sapore di farmaci. In questa preparazione si usano le foglie più specifiche per potenziare l'effetto benefico a livello vasale, grazie ad un'azione antiossidante e antinfiammatoria, capace di regolare la permeabilità dei capillari.
   
Erboristeria Salus in Erbis Achillea (Achillea millefolium L.) Pianta erbacea perenne, rizomatosa, foglie finemente suddivise, da cui il nome millefoglio, fiori in ombrelle convesse, color avorio o con sfumature rosa fino al cremisi, appaiono in estate con gradevole odore aromatico. Cresce nei terreni incolti e nei pascoli, rendendo il latte degli animali particolarmente saporito. Un impiastro di foglie di questa pianta si narra venisse usato da Achille per curarsi le ferite della battaglia. È nota infatti per le proprietà emostatiche e lenitive. Contiene un olio essenziale ricco in proazuleni con tropismo a livello dei vasi sanguigni.
   
Erboristeria Salus in Erbis Cipresso (Cupressus sempervirens L.) Benché associato nell'immaginario collettivo piuttosto superficiale, alla morte e al lutto, da sempre, questo nobile albero sempreverde simboleggia l'incorruttibilità e la resurrezione. È una pianta tipica del nostro paesaggio mediterraneo dove è apprezzato per l'aroma balsamico dovuto ai suoi pregiati oli essenziali. Dalle bacche invece si estraggono sostanze dall'azione vasocostrittrice, benefiche per la circolazione.
   
Erboristeria Salus in Erbis Marrubio (Marrubium vulgare L.) Labiata dal fogliame spesso e lanoso, diffusa nei pascoli e nei terreni incolti di pianura e montagna. Tutta la parte aerea libera un aroma lieve e balsamico. La droga essiccata, nota fin dal tempo degli Egizi, è costituita dalle sommità e contiene fino all'1% di un lattone diterpenico amaro (marrubina) che unitamente ad altre sostanze possiede delle attività benefiche a livello della circolazione venosa. Importante è l'associazione con le altre piante del composto al fine di valorizzarne le proprietà.
   
Erboristeria Salus in Erbis Pungitopo (Ruscus aculeatus L.) Pianta erbacea perenne, rizomatosa, foglie finemente suddivise, da cui il nome millefoglio, fiori in ombrelle convesse, color avorio o con sfumature rosa fino al cremisi, appaiono in estate con gradevole odore aromatico. Cresce nei terreni incolti e nei pascoli, rendendo il latte degli animali particolarmente saporito. Un impiastro di foglie di questa pianta si narra venisse usato da Achille per curarsi le ferite della battaglia. È nota infatti per le proprietà emostatiche e lenitive. Contiene un olio essenziale ricco in proazuleni con tropismo a livello dei vasi sanguigni.
   

Ingredienti e tenore delle sostanze caratterizzanti per dose max giornaliera corrispondente a 6 compresse: Centella (Centella asiatica L.) sommità 537,6 mg (24,9%), Maltodestrina, Amamelide (Hamamelis virginiana L.) foglie 302,4 mg, Vite rossa (Vitis vinifera var rubra L.) foglie 252 mg, Equiseto (Equisetum arvense L.) sommità 134,4 mg, Ribes nero (Ribes nigrum L.) foglie 134,4 mg, Achillea (Achillea millefolium L.) sommità 117,6 mg, Cipresso (Cupressus sempervirens L.) bacche 84 mg, Marrubio (Marrubium vulgare L.) sommità 67,2 mg, Rusco (Ruscus aculeatus L.) rizoma 50,4 mg, agente di carica: calcio fosfato, antiagglomerante: magnesio stearato.